intamb1

 

Il servizio è svolto non soltanto sul territorio comunale di Borgo San Lorenzo, ma anche per chiamate che richiedono l’intervento su altre zone del Mugello.

 

Si tratta quindi di essere pronti 24 h su 24 e di mettere a disposizione equipaggi estremamente qualificati in grado di svolgere servizio in emergenza.

 

Questo significa che, oltre all’autista, dipendente o volontario, con l’obbligo di possedere il diploma di soccorritore di livello avanzato, l’equipaggio deve essere costituito da almeno un altro volontario in possesso dello stesso identico attestato.

 

Tale livello infatti è il solo che consente di espletare questi servizi.

 

L’equipaggio di turno rimane in sede fino a quando non arriva la chiamata della Centrale del 118 che, attraverso il computer di bordo, indica la destinazione da raggiungere, il nominativo della persona da soccorrere, la gravità (utilizzando i colori dal bianco al rosso) della situazione che i soccorritori si troveranno ad affrontare.

 

Gli equipaggi sono supportati dalla presenza di un’ auto medica, che giunge dall’ospedale di Borgo San Lorenzo con a bordo un medico ed un infermiere entrambi del servizio 118, nei casi più complessi e dove esiste davvero la possibilità di pericolo grave per la persona soccorsa.

 

Questa sicura presenza garantisce pienamente chi si espone a questo servizio ma soprattutto è di garanzia per coloro che lo ricevono.

 

Una volta terminato il servizio, l’ambulanza rientra in sede e rimane a disposizione per altri eventuali interventi.

 

 

La catena della sopravvivenza

 

Catena-della-sopravvivenza-OHCA-2015-1024x320

 

Per info telefonare al numero :  0 5 5    8 4   9 4   1 1 8 

   e-mail:  home@misericordia.net