Senza titolo-1

 

Una bella iniziativa, che ci inorgoglisce molto averla pensata e realizzata. Adesso dal solo “caffè” siamo passati ad altre iniziative che abbiamo riunito in un solo depliant (in fondo alla pagina) che prende il nome di “SPAZIO ALZHEIMER”

 

Tutto nasce quando quest’idea di attività, realizzata per persone ammalate di demenze senili, ci viene presentata dalle operatrici Flavia Bocchino e Sonia Innocenti.

 

Ci presentano una proposta semplice, molto efficace con le persone; si tratta, in particolare di prendersi cura di questi e dei loro familiari offrendo loro, con la scusa di prendersi un caffè in compagnia, due ore di attività creativa: dal disegno alla manipolazione dei materiali, dal colore alle maschere, dalla poesia al canto e al ballo.

 

E così avviene, per la gioia, davvero piena, non solo dei nonni e delle nonne ammalate, ma anche di molti figli e nipoti che d’incanto si trovano a giocare ancora una volta tutti insieme. Gli appuntamenti si riempiono immediatamente e da molte altre Misericordie e Associazioni si chiede ragione della eco che questa iniziativa ha prodotto.

 

Oltre a questo capita poi che la dott.ssa Daniela Giovannini, counselor professionista e formatrice dell’Associazione Doceat ci offra la sua collaborazione per un lavoro di sostegno alle famiglie.

 

Il cerchio è chiuso. Non solo le attività per gli ammalati ma anche un aiuto per le famiglie.

 

Ricordo che l’attività del “Caffè” si svolge ogni settimana, il mercoledì pomeriggio, nei locali della Misericordia. In altri momenti si svolgono invece le altre attività che vedete elencate qui sotto nel volantino che abbiamo stampato e che stiamo distribuendo per tutto il paese al fine di proporre questo aiuto a tutti gli ammalati di demenze senili e alle loro famiglie. Il Progetto andrà avanti fino a tutto il mese di luglio 2019. Poi riprenderà regolarmente a settembre

 

 

Attenzione:  dal 18 giugno 2019 parte un nuovo servizio. Si tratta dello “Sportello Alzheimer”, l’ultimo “nato” del Progetto “Spazio Alzheimer” , promosso e finanziato dalla Misericordia di Borgo San Lorenzo, e gestito in collaborazione con le associazioni Art-Tu e Doceat.

 

“Spesso – spiega Umberto Banchi, governatore della Misericordia – le famiglie che si trovano a confrontarsi con le problematiche legate a una persona affetta da Alzheimer sono disorientate, hanno bisogno di informazioni o magari per loro è prematuro inserirsi in uno dei servizi che offriamo con Spazio Alzheimer. Abbiamo così pensato a un approccio più “leggero”, che dia un primo ascolto ai familiari, ma anche indicazioni per utilizzare i servizi presenti sul territorio.”

Lo sportello, ad accesso gratuito, sarà ospitato presso i locali della fondazione “Estote misericordes” in piazza Dante, e condotto dalla dott.ssa Giovannini, che già collabora al progetto nella consulenza a domicilio e nella conduzione del gruppo dei familiari. Sarà presente il primo e il terzo martedì di ogni mese, dalle 17.30 alle 18.30, su appuntamento. Per fissare un incontro o prendere informazioni si può chiamare il
numero 055.8455299.

 

 

Cliccate sul volantino, qui sotto, per ingrandirlo.

 

 

 

 

 

 

colori

 

Per info telefonare al numero :  0 5 5    8 4   9 4   1 1 8 

 

 

   e-mail:  home@misericordia.net