Continua, senza sosta, l’attività dei nostri volontari per trasportare le spese di alimenti e i medicinali nelle case di coloro che, per svariati motivi, non possono farsi da soli queste attività.

 

Sono molti gli esercizi commerciali che hanno aderito al Progetto e che hanno messo in piedi un efficace servizio di spesa “fai da te”. Infatti, una volta ricevuto l’ordine, è l’esercizio commerciale a fare la spesa, materialmente, e prepararla nei sacchetti che poi, prelevati dai nostri volontari, vengono portati nelle case.

 

Ed i numeri delle prime due settimane sono davvero speciali: oltre 150 spese di alimenti e circa 30 di medicinali consegnate a casa.

 

Un grazie ENORME va a don Antonio, meraviglioso cappellano, che organizza i ragazzi della Parrocchia assieme ai nostri volontari e a quelli delle altre Associazioni partecipanti (AVIS, Scout, giovani della Parrocchia, Caritas, Punto Famiglia e Progetto Accoglienza).  Così ogni mattina si raduna, alla Confraternita, un piccolo esercito di giovani che, messi i DPI necessari, partono per le consegne.

 

 

Forza. Il virus si sconfigge anche così. Bravi!