Non farò il loro nome perché il Vangelo dice che “… la tua mano destra non sappia quello che ha fatto la sinistra …” e quindi li lascerò innominati, sconosciuti. Ma sentite cosa siamo riusciti ad organizzare, con due volontari il giorno di Ferragosto.

E’ il 15 agosto scorso, sono le 13,15 e mi trovo a casa, con la famiglia, a pranzo. Squilla il telefono, rispondo; dall’altra parte c’è don Gabriel, indimenticato cappellano della nostra Parrocchia di qualche anno fa. Mi dice tutto trafelato che un suo caro amico prete, anziano, ha avuto un incidente, quella mattina, nella zona di La Spezia. Ha una gamba fratturata ed è nel Pronto Soccorso dell’Ospedale ma vuole tornare a Firenze, in ogni modo. Per questo gli serve una ambulanza e due volontari. Ha già telefonato a diverse Misericordie della sua zona ma tutte gli hanno detto “… impossibile trovare un equipaggio per il pomeriggio di Ferragosto …” ; anch’io sono perplesso, chi trovo adesso per andare in LIguria? Ma non mi scoraggio, gli dico di darmi 15 minuti di tempo.

Parlo col nostro dipendente che subito si mette alla ricerca. Dopo pochi minuti mi richiama e mi dice: ” Umberto, ho trovato M. e S. che mi hanno detto che tra 20 minuti son qui, pronti a partire “.

Non credo alle mie orecchie, ritelefono a don Gabriel, gli dico che ci siamo, anche don Gabriel rimane gioiosamente stupito.

Ore 14,00. Dopo 45 minuti dalla telefonata di richiesta di aiuto l’equipaggio parte per il servizio: a Ferragosto !!!!! Tornano nel tardo pomeriggio dopo aver fatto tutto quello che c’era da fare, con piena soddisfazione di tutti.

Non sto a raccontarvi i ringraziamenti che ho ricevuto da questo prete e da don Gabriel.

Sono fiero ed orgoglioso di essere il Provveditore di questi volontari.